FRANCESCO FINOTTI
Nato a Bologna il 20/06/1973 vive e lavora a Bazzano, Bologna, Italia.

 -Diplomato alla scuola di scultura del prof. F. M. Franchi con punti 110/110Lode presso l’Accademia delle Belle Arti di     Bologna nel 1999.
-Dal 1996 espone le proprie opere in musei e gallerie, in Italia e all’estero.
-Docente di tecniche dell’affresco dal 1998 al 2004 presso il Museo Civico Archeologico “A. Crespellani” di Bazzano (BO).
-Nel 1998 vince un concorso indetto dalla Fondazione Collegio Artistico Venturoli di Bologna, che lo assiste con una borsa di studio (dal 1998 al 2003) ed un atelier.
-Nell’Anno Accademico 2005/06 ottiene una supplenza annuale nella disciplina di Tecniche della Scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna.
-Dal 2008 segue, in veste di collaboratore o curatore, progetti di arte contemporanea.
-Grazie alla collaborazione con la Galleria 42 contemporaneo di Modena, partecipa ad alcune importanti fiere d’arte (Artefiera Bologna nel 2008, MiArt Milano nel 2009).
-Nell’Anno Accademico 2009/10 ottiene una supplenza nella disciplina di Scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Ravenna.
-Da settembre 2011, a dicembre 2013 diventa Direttore della Fondazione Rocca dei Bentivoglio di Bazzano, Bologna.
-Nell’Anno Accademico 2015/16 ottiene una supplenza annuale nella disciplina di Plastica Ornamentale, presso l’Accademia di Belle Arti di Lecce.
-Maggio 2018, viene selezionato per partecipare alla seconda edizione del progetto “Città Come Cultura”. Organizzato dal MAXXI di Roma, nell’ambito della collaborazione con il MiBACT e grazie al finanziamento dei Fondi POAT (Progetti Operativi di Assistenza Tecnica).
-Dal 2019 è docente di Plastica Ornamentale presso l’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria.

Mostre Personali:

1999 “Senza Titolo”, Galleria Graffio, (con Alessandra Zagni) Bologna, a cura di Alessandro De Lisi.
2002 “Anatomie parallele”, MAGI‘900 G. Bargellini, Pieve di Cento, Bologna, a cura di Alberto Zanchetta. Disponibile catalogo: “Anatomie parallele”, Edizioni Aspasia, Bologna.
2003 “Pelle”, Galleria 42 Contemporaneo, Modena, a cura di Marco Mango e Alberto Zanchetta.
2007 “Funny Mistery”, Galleria 42 Contemporaneo, Modena, a cura di Daniele Astrologo. Disponibile catalogo.
2010 “Classico è”, festival di arte e musica contemporanea, nelle terre del Chianti classico - Azienda Vinicola Savignola Paolina, Greve in Chianti, Firenze.
2018 “Privacy”, Teatro Duse, Bologna, a cura di Sandro Malossini. Disponibile catalogo.

Principali Mostre Collettive:

2002 “Quotidiana 02”, Museo Civico del Santo, Padova, a cura di Virginia Baradel, Guido Bartorelli, Stefania Schiavon. Disponibile catalogo.
“In advance of broken arm”, Galleria Interno&dumdum, Bologna, a cura di Alberto Zanchetta.
“100 teste per Giovanni Macchia”,Pieve di Gombola, Polinago, Modena, a cura di Marco Mango. Disponibile catalogo.
2003 “God Bye Gombola”, Pieve di Gombola, Polinago, Modena, a cura di Marco Mango. Disponibile catalogo.
2004 “BONES – Interior & Exterior Architecture”, USC Institute for Genetic Medicine Art Gallery, Los Angeles, CA; U.S.A., curators Ruta Empakeris and Wendy Kelley.
“Candidato designato”, Galleria 42 Contemporaneo, Modena, a cura di Marco Mango. Disponibile catalogo.
2005 “4th“,Galleria Interno&dumdum, Bologna, a cura di Giuliano Gavioli e Alberto Zanchetta, contributo critico di Emiliano Gandolfi. Disponibile catalogo.
“Ricerca d’identità”, Associazione Culturale Area, Brescia, a cura di Daniele Astrologo. Disponibile catalogo.
“Pianetasfalto”, riconquista dello spazio urbano, Villa Curti, Sovizzo, Vicenza.
2006 “Coming Out”, Galleria Alphacentauri, Parma, a cura di Chiara Messori. Disponibile catalogo.
“Bau Bau”, Galleria 42 Contemporaneo, Modena, a cura di Daniele Astrologo. Disponibile catalogo.
2008 In occasione del Festival Arte Contemporanea di Faenza, partecipa alla rassegna “Faenza Open Studio 2008” presso Miino Studio, Faenza. Disponibile catalogo.
2010 In occasione del Festival Arte Contemporanea di Faenza partecipa alla mostra “Oneri e onori”, presso Miino Studio, Faenza.
Mostra di apertura del nuovo spazio per l’arte contemporanea “Casabianca”, Zola Predosa, Bologna (http://www.exibart.com/notizia.asp?IDNotizia=32880&IDCategoria=204), (casabianca12-info.blogspot.com)
2011 “Chi\Mira/Chi\Mera”, Spazio Gerra, Reggio Emilia, a cura di Chiara Messori.
“Pane al Pane” – una mostra dedicata a Mauro Manara, Castel San Pietro Terme (BO), a cura di Massimo Marchetti.
2014 “Artisti contemporanei in Valsamoggia”, Palazzo Garagnani, Valsamoggia (BO), a cura di Silvia Rubini. Disponibile catalogo.
2015 “Disseminazione”, Spazio Casabianca, Zola Predosa (BO), a cura di Anteo Radovan e Gino Gianuizzi.
2017 “Uomo eterno pellegrino”, Palazzo Monacelle, Casamassima (BA). Disponibile catalogo.
          Mostra dei finalisti, Premio Combat Prize 2017, Museo G. Fattori, Livorno. Disponibile catalogo.
2018 “Autoritratto aniconico per manualità diverse”, Galleria Civica d'Arte Contemporanea, Viadana, Mantova, a cura di Sandro Malossini. Disponibile catalogo.
          No Place 4”, Ex ceramica Vaccari, Santo Stefano di Magra (SP).
2019 “INTER/ABIT/AZIONE”, Storica Casa Grotta di Vico Solitario, Matera (MT), in occasione degli eventi di Capitale europea della Cultura 2019 a cura di Roberto Lacarbonara. Disponibile catalogo.
2020 “Verde, bianco, rosso”, Sede dell’Assemblea legislativa, Palazzo della Regione Emilia-Romagna (BO), a cura di Sandro Malossini. Disponibile catalogo.
         “Ipostasi”, Museo dei Bretti e degli Enotri, Cosenza, a cura di Alessandra Meo.

         

Riconoscimenti:

1998 Vince un concorso indetto dalla Fondazione Collegio Artistico Venturoli di Bologna , che lo assiste con
 una borsa di studio ed un atelier (dal 1998 al 2003).
2002 Selezionato nel concorso“Quotidiana 02”, Padova.
2007 Selezionato nel concorso “Premio San Fedele”, Milano.
2010 Selezionato nel concorso “Manifestazoone”, Cuneo.
2014 Artista segnalato dalla giuria “Premio Combat Prize 014”.
2017 Selezionato nel concorso “Premio Don Sante per l'Arte contemporanea”, Casamassima (BA).
Selezionato nel concorso “Premio Combat Prize 017”, Livorno.